Con Viticoltori Ponte al God Save The Wine 29 Maggio a Firenze al Fusion Gallery Lo sguardo del vino dall’Arno al Piave

 I numeri sono impressionanti ovvero 1.500 soci, 2.200 ettari vitati e quattro punti di raccolta e vinificazione, che si estendono in un vasto territorio dal nord di Venezia fino alle sponde del fiume Piave, raggiungendo la zona pedemontana della provincia di Treviso, paesi dove è ancora oggi molto sentita la cultura del territorio e delle tradizioni locali, in pratica il vecchio territorio della Repubblica Serenissima di Venezia!

 

Parliamo del vino di oggi con Gianni Grova, responsabile delle vendite Italia di Viticoltori Ponte:

 

1.    Qual è il colore e la sfumatura che preferisci nei tuoi vini e perché?

 

Sicuramente un colore che unisce allegria, gioia e voglia di vivere ovver il giallo brillante, lo stesso dei nostri migliori Prosecco!

 

2.    Quanto conta il colore di un vino nella generazione di aspettative nel gusto?

 

Di certo conta molto: ci fidiamo sempre di più della nostra vista e la prima impressione è decisamente importante, anche nel giudizio complessivo che diamo di un vino. Ogni volta che produciamo un vino abbiamo sempre in mente che purtroppo il consumatore è influenzato anche da questo aspetto e ci poniamo particolare attenzione ma mai snaturando le caratteristiche dell’uva di partenza o della tipologia.

 

3.    Dovendo scegliere un colore per la tua azienda, quale sceglieresti?

 

Verde, come i nostri vigneti, e come colore simbolo dell’impegno in favore del nostro territorio. E perché no, di speranza per il futuro!

 

Fonte:
18/05/2013
Andrea Gori
www.vinodaburde.com

Press | Scrivono di noi anche...

Con Viticoltori Ponte al God Save The Wine 29 Maggio a Firenze al Fusion Gallery Lo sguardo del vino dall’Arno al Piave

 I numeri sono impressionanti ovvero 1.500 soci, 2.200 ettari vitati e quattro punti di raccolta e vinificazione, che si estendono in un vasto territorio dal nord di Venezia fino alle sponde del fiume Piave, raggiungendo la zona pedemontana della provincia di Treviso, paesi dove è ancora oggi molto sentita la cultura del territorio e delle tradizioni locali, in pratica il vecchio territorio della Repubblica Serenissima di Venezia!

 

Parliamo del vino di oggi con Gianni Grova, responsabile delle vendite Italia di Viticoltori Ponte:

 

1.    Qual è il colore e la sfumatura che preferisci nei tuoi vini e perché?

 

Sicuramente un colore che unisce allegria, gioia e voglia di vivere ovver il giallo brillante, lo stesso dei nostri migliori Prosecco!

 

2.    Quanto conta il colore di un vino nella generazione di aspettative nel gusto?

 

Di certo conta molto: ci fidiamo sempre di più della nostra vista e la prima impressione è decisamente importante, anche nel giudizio complessivo che diamo di un vino. Ogni volta che produciamo un vino abbiamo sempre in mente che purtroppo il consumatore è influenzato anche da questo aspetto e ci poniamo particolare attenzione ma mai snaturando le caratteristiche dell’uva di partenza o della tipologia.

 

3.    Dovendo scegliere un colore per la tua azienda, quale sceglieresti?

 

Verde, come i nostri vigneti, e come colore simbolo dell’impegno in favore del nostro territorio. E perché no, di speranza per il futuro!

 

Fonte:
18/05/2013
Andrea Gori
www.vinodaburde.com

Press | Scrivono di noi anche...

All right reserved 2017 © Viticoltori Ponte s.r.l | via Verdi 50, 31047 - Treviso (TV) | P.Iva 02040660264 | Credits: SpotView.it

Utilizziamo i Cookie tecnici per offrirvi la migliore esperienza di navigazione.